Blog

 / Wedding  / Fedi nuziali: storia, significati e tradizioni

Fedi nuziali: storia, significati e tradizioni

Lo scambio delle fedi nuziali è uno dei momenti più importanti del matrimonio, ma qual è il significato degli anelli? Ecco tutto ciò che c’è da sapere sulle fedi nuziali.

Può un oggetto così piccolo essere tanto carico di emozioni e significato? Certo, soprattutto se parliamo delle fedi nuziali! Lo scambio degli anelli all’altare è forse il momento più suggestivo di tutta la cerimonia del matrimonio, è la promessa d’amore eterno e fedeltà che i due sposi si scambiano suggellando la propria unione. È una tradizione molto antica, radicata nella storia, densa di significati e simboli anche mistici. L’usanza delle fedi ha attraversato diverse epoche storiche, ricoprendo sempre un ruolo fondamentale all’interno del rituale nuziale.
Ecco le tappe principali e i significati più importanti legati alle fedi nuziali.

FEDI NUZIALI: STORIA

Le origini delle fedi nuziali sono molto antiche, già in epoca egizia, infatti, si diceva che l’anulare fosse il dito in cui si trovasse la vena dell’amore, motivo per il quale l’anello andrebbe indossato proprio lì.

In epoca romana, invece, si era soliti scambiarsi il cosiddetto “vinculum” il giorno del matrimonio, un anello d’oro, argento o ferro a seconda della classe sociale d’appartenenza, mentre per la promessa di matrimonio si utilizzava l’ “anulus probum”.
Del resto, è dal latino “fidem” che deriva il termine attuale “fede”, ossia fiducia, lealtà, amore eterno.

Nel Medioevo, invece, le spose erano solite intrecciare un loro capello con un capello dell’amato, creando un anello da portare per nove giorni vicino al cuore, in segno d’amore.

Anche tra le popolazioni barbariche vi era l’usanza di scambiarsi anelli in segno d’unione e fedeltà, tradizione poi consolidata con l’avvento del cristianesimo: a partire dal XVI secolo, infatti, in occasione dei matrimoni si iniziarono ad utilizzare anelli forgiati in oro giallo, per impreziosire il senso dell’unione.
Già dai primi tempi, inoltre, si era soliti incidere scritte e simboli all’interno dell’anello, proprio come si usa ancora oggi per dare maggior risalto e personalità al rapporto con i propri sposi.

Cerchi gioielli preziosi per completare il tuo look da sposa? Dai un’occhiata alle nostre collezioni!

FEDI NUZIALI: SIGNIFICATI E TRADIZIONI

La fede s’indossa solitamente sulla mano sinistra, e i motivi sono ancora una volta da ricercare nella storia: come abbiamo detto, per gli egizi era la mano legata direttamente al cuore, mentre per i cristiani l’anulare sarebbe il dito benedetto durante le celebrazioni perché toccato nel momento del segno della Croce.
Per alcune culture orientali, invece, a ciascun dito della mano corrisponde una sfera affettiva dell’individuo: al pollice corrispondono i genitori, all’indice i fratelli, il medio corrisponde invece a noi stessi, all’anulare corrisponde il partner e al mignolo i figli.

Alcuni tendono ad indossare la fede anche sulla mano destra, ma è nella forma scelta dell’anello che si cela tutto il suo significato: nella storia della simbologia la forma circolare rappresenta perfezione, unicità, eternità e, in questo caso, amore eterno, fortificato dalla scelta dei metalli più preziosi.

Il cerchio, inoltre, è simbolo di una chiusura perfetta, quella rappresentata dall’unione di due vite, ossia quelle degli sposi, che si fondono in una promessa d’amore, officiata dal sacerdote, in caso di matrimonio religioso, o dalle autorità, se parliamo di rito civile.

Il tipo di fede da scegliere è a discrezione degli sposi: c’è chi preferisce una forma più spessa e bombata, che scivoli meglio lungo le dita, chi invece preferisce la forma piatta, nota come “sarda”, e chi invece preferisce la fede “francesina”, più sottile, quasi impercettibile. Negli ultimi tempi va di moda la personalizzazione delle fedi, affidata ad orafi ed artigiani esperti.

Cerchi gioielli preziosi per completare il tuo look da sposa? Dai un’occhiata alle nostre collezioni!

No Comments
Post a Comment